Nell’articolazione “Informatica” si acquisiscono competenze che caratterizzano il profilo professionale in relazione ai processi, ai prodotti, ai servizi, con particolare riferimento agli aspetti innovativi e alla ricerca applicata, per la realizzazione di soluzioni informatiche a sostegno delle aziende che operano in un mercato interno e internazionale sempre più competitivo. Si tratta, in sintesi, di acquisire conoscenze, competenze e abilità per effettuare correttamente l’analisi, la comparazione e la progettazione di dispositivi e strumenti informatici e, soprattutto, lo sviluppo delle applicazioni informatiche.
FINALITA'
Il corso di Informatica ha come fine principale quello di mettere il Perito in Informatica in grado di affrontare (dall'analisi fino alla documentazione) la soluzione di un problema, posto dalla richiesta di un ipotetico committente, scegliendo le metodologie e gli strumenti software più idonei offrendogli la formazione per seguire con una certa autonomia l'evoluzione delle tecnologie informatiche. La disciplina fornisce all'alunno le conoscenze e le abilità necessarie per l'uso di un sistema di elaborazione ai più alti livelli della gerarchia che lo modella). Essa deve essere intesa soprattutto come l'ambiente in cui si sviluppano le capacità di analizzare e risolvere problemi (anche di una certa complessità) di varia natura, e dove di volta in volta vengono proposti i paradigmi e gli strumenti linguistici più idonei alla natura del problema. Essa deve altresì stimolare l'uso delle conoscenze acquisite nei corsi paralleli di Elettronica e Telecomunicazioni e di Sistemi di Elaborazione e Trasmissione delle Informazioni per sfruttare al meglio i livelli sottostanti della gerarchia e per comprendere i metodi di realizzazione dei linguaggi Si ricorre ripetutamente al concetto di paradigma che, in questo contesto, si intende come chiave di interpretazione dei problemi e come modello di costruzione delle soluzioni (imperativo, logico, funzionale, rivolto agli oggetti agli eventi, alle basi di dati,...).

Lo studente, allo scopo di raggiungere una certa flessibilità e la capacità di affrontare nuove prospettive, deve acquisire alcune di queste chiavi e la capacità di impiegarle nei contesti appropriati. Il corso di Informatica non deve, in ogni caso, assumere un carattere nozionistico-sintattico né ridursi ad una collezione di corsi sistematici sui vari linguaggi. I contenuti debbono sempre essere organizzati intorno ai nodi concettuali che vanno sempre affrontati a partire dai problemi ed applicati alla loro soluzione. Gli specifici linguaggi debbono essere visti come mezzi espressivi e come strumenti applicativi.

 

Indirizzo informatica

1^

2^

3^

4^

5^

Lingua e Letteratura italiana

.

.

.

.

.

Lingua inglese

.

.

.

.

.

Storia

.

.

.

.

.

Matematica

.

.

.

.

.

Complementi di matematica

 

 

.

.

 

Diritto ed Economia

.

.

 

 

 

Scienze integrate (Scienze delle Terra e Biologia)

.

.

 

 

 

Scienze integrate (Fisica)

.

.

 

 

 

Scienze integrate (Chimica)

.

.

 

 

 

Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica(Tecnologia e Disegno)

.

.

 

 

 

Tecnologie Informatiche

.

 

 

 

 

Scienze e Tecnologie Applicate

 

.

 

 

 

Scienze motorie e sportive(Educazione Fisica)

.

.

 .

.

.

Informatica

 

 

.

.

.

Telecomunicazione

 

 

.

.

 

Sistemi e Reti

 

 

.

.

.

Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni

 

 

.

 

.

 


 

Gestione progetto, organizzazione d'impresa

 

 

 

 

.

 

 

 

Il sito web utilizza cookie per il funzionamento e il miglioramento dell'esperienza utente. Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata.

  Clicca OK per visualizzare il sito.
EU Cookie Directive Module Information